Trovare lavoro a 30 anni senza esperienza: come cercare?

A 30 anni dovresti avere già un lavoro e soprattutto non dovrebbe mancarti l’esperienza lavorativa: questo è quello che la società prescrive e impone a chiunque. Ma noi conosciamo bene il contesto nel quale viviamo e sappiamo che, per quanto la società spinga, è facile trovarsi senza nulla in mano a un’età che il mercato del lavoro italiano considera “avanzata”.

Trovare lavoro a 30 anni senza esperienza diventa dunque un’impresa, ma non impossibile. Anzi. Te lo dice uno che ha cambiato lavoro a 40 anni e che ha aiutato diverse persone a cambiare vita anche a 50 anni. Per cui, seguimi e proviamo a capire insieme come puoi trovare la tua soddisfazione e la tua indipendenza anche se hai 30 anni, anche se non hai esperienza.

Trovare lavoro a 30 anni senza esperienza è possibile

Ripeti questo assunto come un mantra ogni volta che trovi un annuncio pieno zeppo di requisiti che non hai, ogni volta che un recruiter non ti degna di una risposta, ogni volta che qualcuno ti scarta. Fai tua questa convinzione perché, come già saprai, ti ritroverai molto spesso ad avere a che fare con queste situazioni ed è facile cadere preda dello scoramento, arrivando a pensare che sia tutto inutile.

A questo voglio aggiungere anche un’altra cosa: non solo è possibile trovare lavoro a 30 anni senza esperienza, ma i 30 anni sono, a mio avviso, l’età migliore per intraprendere nuove avventure lavorative. Perché a 30 anni:

  • Si ha un cervello ancora giovane e pimpante, in grado di apprendere nuove informazioni in tempi relativamente brevi;
  • Si riesce ad affrontare sfide nuove con l’entusiasmo ancora vivido del giovane adulto e la maturità tipica della persona che ha già fatto il passaggio all’età adulta.

Se non ci credi, pensa a Giulio Cesare, che oggi lo ricordiamo tutti come uno dei più grandi imperatori del più grande regno, ma che a 30 anni non aveva fatto ancora nulla di particolarmente rilevante.

E ora passiamo al dunque: come trovare lavoro a 30 anni senza esperienza?

Gli step fondamentali per trovare lavoro

Dopo aver messo da parte l’idea malsana del trentenne troppo vecchio per il lavoro, passiamo a quegli step che, a mio avviso, sono fondamentali per capire come muoversi.

Capisci cosa vuoi fare

Dove vuoi andare, che tipo di persona vuoi essere, che genere di lavoro può fare al caso tuo. Non sono domande semplici, ma nemmeno esistenziali. È necessario che tu te le faccia ed è ancora più necessario che tu riesca a trovare una risposta che sia quanto più fedele possibile alla realtà attuale. In futuro, le risposte potranno cambiare, ma oggi:

  • Quali sono i tuoi talenti? Per talenti non intendo le competenze tecniche, ma ciò che sai fare in modo naturale. Sei un fenomeno nella pianificazione degli eventi (tipo, le feste di compleanno) oppure sei in grado di tessere relazioni con chiunque?
  • Quali sono i tuoi valori? Cosa è realmente importante per te nella tua vita? Qual è la bussola che ti guida e ti permette di vivere una vita ricca e soddisfacente?

Avere consapevolezza dei tuoi talenti è fondamentale perché ti permette di giocare una carta importante nelle varie fasi della selezione. Ti permette, quindi, di avere una buona sicurezza di ciò che realmente sai fare e di puntare sui tuoi punti forti, anche se ti mancano i requisiti tecnici. Conoscere i tuoi valori, invece, ti dà la possibilità di trovare non un lavoro ma il lavoro più adatto a te.

Per capire questi due importanti elementi, ti propongo tre vie:

  • Scaricare il mio ebook Trova la tua strada: è gratuito e al suo interno trovi esercizi pratici che possono aiutarti a fare chiarezza dentro di te;
  • Intraprendere un percorso di coaching ed eseguire, all’interno di questo, test scientifici ed esercizi mirati e adatti al tuo contesto che ti permettono di capire in modo chiaro chi sei e cosa sai fare;
  • Acquistare il mio libro Trova la tua strada, che è il mio percorso di coaching messo nero su bianco. Qui potrai trovare esercizi pratici, sfidanti ed efficaci, che propongo ai miei clienti, grazie ai quali potrai fare luce sui tuoi talenti e su ciò che è realmente importante per te in questo momento. In più, troverai anche indicazioni su strategie utili per passare subito all’azione e iniziare a percorrere la tua vera strada.

Costruisci il tuo network

Il mondo del lavoro si è digitalizzato (più o meno), gli annunci sono tutti online ed è facile trovare su internet l’azienda alla quale mandare una candidatura spontanea. Nonostante questo, il passaparola rimane uno dei mezzi più efficaci per trovare lavoro.

Come costruire una buona rete di contatti? Dopo aver capito almeno il settore in cui vorresti lavorare, puoi provare a sfruttare LinkedIn. Se hai già il tuo account, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come migliorare il profilo in modo da far capire bene chi sei e in che modo puoi essere utile. Dopodiché, fai un giro tra i tuoi futuri colleghi: visita il loro profilo e, se pensi siano interessanti, chiedi il collegamento ricordandoti di mandare sempre un messaggio per giustificare la richiesta. Inizia a interagire con loro e costruisci le basi per il tuo personal branding, commentando i post degli altri e creando tuoi contenuti di valore.

Non sottovalutare la potenza di questo social: se usato bene, LinkedIn può essere uno strumento molto efficace per trovare lavoro. Io lo uso, ci investo molte energie e ho ottenuto risultati interessanti. Se vuoi qualche idea, puoi dare un’occhiata al mio profilo.

Continua a studiare

So che il tuo obiettivo è quello di trovare lavoro, ma la formazione continua è essenziale anche per passare le fasi della selezione. I recruiter, infatti, preferiscono chi si aggiorna a chi rimane statico. Perciò, anche se hai già 5 lauree e 7 master, continua a specializzarti.

Cosa fare concretamente per trovare lavoro

Vediamolo insieme.

Fai esperienza

Se hai 30 anni e non hai esperienza, comincia a farla. Sì, so che c’è quel paradosso di cui parlavano i The Jackal anni fa: il paradosso per cui se non hai esperienza non lavori ma se non lavori non puoi fare esperienza. Però non è necessario che qualcuno “ti prenda” per poterla fare.

A seconda del settore che hai scelto, puoi provare a trovare delle associazioni di volontariato dove poter mettere in pratica le tue conoscenze e quindi farti quella famosa esperienza, anche se non retribuita. Se non ci sono associazioni che lavorino nel tuo settore, porta il tuo settore nelle associazioni. Ad esempio, se vuoi lavorare nell’ambito dei social media, puoi proporre a un’associazione che ti piace di gestire i loro social (o di aprirne uno).

Puoi provare anche a proporti come tirocinante in qualche azienda. Verifica, però, che sia possibile per loro assumerti con un contratto da tirocinio: in alcune regioni questi contratti hanno un limite di età, solitamente fissato a 29 anni. In più, potrebbe essere necessario risiedere nella regione dove opera l’azienda e aver effettuato la registrazione in un centro per l’impiego. Informati bene, dunque, prima di candidarti.

Valuta altre modalità di candidatura

Hai presente tutti gli annunci che trovi sulle varie piattaforme? Sono l’ultima spiaggia del recruiter. Nel senso che quello che il percorso che il recruiter fa quando ha bisogno di una nuova risorsa, è solitamente il seguente:

  • Cerca tra i suoi contatti se c’è qualcuno in linea con la posizione (vedi quant’è importante il network?);
  • Cerca tra i contatti delle sue conoscenze (cioè, tra i contatti dei tuoi futuri colleghi);
  • Analizza la banca dati di tutti i CV ricevuti nel tempo, attraverso candidature spontanee o precedenti selezioni;

Se gli step precedenti non hanno prodotto risultati, solo allora creerà un annuncio di lavoro, al quale si candideranno 400 persone in un giorno solo.

Ecco, allora, che se ti limiti a spulciare tra gli annunci, ti ritroverai a competere con tantissime altre persone, che magari sono più competenti e più giovani di te. Puoi certamente continuare a provare in questo modo, ma il consiglio non richiesto che ti do è quello di puntare anche sul network e sulle candidature spontanee.

Crea il tuo annuncio

Chi l’ha detto che gli annunci li possono creare solo i recruiter? Se vuoi trovare lavoro a 30 anni e sei senza esperienza, ogni mezzo che possa ampliare le tue possibilità è valido.

Prova a proporti nei gruppi social dedicati al tuo settore o, se vuoi intraprendere la strada del lavoro in proprio, direttamente al tuo target. Cerca di far venire fuori la tua personalità e di far capire bene qual è la tua modalità di lavoro.

Vuoi saperne di più sul Coaching? Ti invito a leggere questi articoli per approfondimenti:

e-Book di Self Coaching Gratuito

Ho creato questo e-book “Trova la tua strada: per realizzarti nella tua vita lavorativa”

È un Guida di “Self Coaching” GRATUITA per fare chiarezza e tirar fuori le tue risorse migliori, eliminare la confusione e individuare la direzione verso la tua Realizzazione nel lavoro.

50 intensissime pagine, 16 attività per:

  • Aiutarti a capire cosa vuoi fare della tua vita lavorativa
  • Potenziare le tue capacità di analisi
  • Sviluppare una strategia concreta
  • Ricevere un’iniezione di autostima

Con l’iscrizione alla newsletter, riceverai a cadenza approfondimenti sulle tematiche e sugli esercizi che troverai nel libro, più altri regali, per rendere il tuo lavoro di ricerca della tua strada ancora più efficiente!

Vuoi scaricare il libro e accedere al percorso gratuito?

Per scaricare il Test ti iscriverai alla mia newsletter e dovrai accettare esplicitamente le condizioni sulla Privacy.